Musiche in Mostra 2020

35 anni! Le Musiche in Mostra 2020 di Rive-Gauche Concerti segnano una tappa importante e decisiva nella storia di questa rassegna.

Premio EFFE Label 2019-2020 della European Festivals Association, Musiche in Mostra si conferma tra i festival di eccellenza in ambito europeo. L’emergenza sanitaria che ha colpito il mondo della vita e della cultura nel 2020 non ha spento le nostre energie. Qualche rimodulazione rispetto a quanto avremmo auspicato è stata necessaria, ma la rassegna ha corso!

Compatibilmente alle disposizioni emesse per l’emergenza covid-19, ci siamo proposti di salvare il più possibile la natura “live” degli eventi programmati. Abbiamo quindi scelto di non convertire l’”on-live” in “on-line”, mantenendo inalterati gli artisti e i programmi di 11 eventi su 15, di cui 5 con slittamento di data da ottobre a novembre, e sostituendone 2 con altri analoghi ma con artisti provenienti dall’Italia anziché da Cina e Messico.

Le ragioni di quest’ultima sostituzione sono l’adozione di un criterio che prudenzialmente eviti l’affluenza di artisti da altri continenti, mentre si sono mantenuti gli inviti da tutta Italia e dall’Europa (in particolare Germania e Regno Unito). Che l’on-line debba tuttavia avere un rafforzamento sul piano della promozione e anche della co-diffusione streaming di alcuni eventi live è tuttavia chiaro, e Musiche in Mostra non se ne esime.              

                                           • ○ • ○ • ○ • ○ •

In totale la rassegna ha 13 eventi live (11 live performance e 2 eventi collaterali) articolati tra il 25 ottobre e il 6 dicembre in 6 città: Torino (Borgo Medievale e Laboratori di Barriera), Cuneo (Auditorium Varco del Foro Boario e Aula Magna del Liceo Musicale Ego Bianchi), Genova (Castello D’Albertis), Rivoli (Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea), Saluzzo (Aula Magna dell’Istituto Comprensivo), Santena (Castello Cavour).

Dei 15 eventi inizialmente previsti sono mantenute le linee strategiche, progettuali e artistiche. Il fil rouge è sempre il “Soundwatching” (passeggiate introduttive ai concerti con ascolto dei foto-suoni del paesaggio sonoro, da cui il sottotitolo della rassegna “Soundwatching reloaded”) con 3 esperienze inedite di “musiche accoglienti” per il Borgo Medievale commissionate a compositori dell’oggi (25 ottobre, 8 e 15 novembre) e, a preludio delle 11 live performance, 10 momenti riflessivi di “Soundwatching” di cui 3 articolati in vere e proprie camminate musicali (il 22 novembre ai Castelli di Rivoli e di Santena, il 6 dicembre nuovamente al Castello di Santena con mostra di quadri en plein air immersi nella vegetazione del Parco e programmaticamente esposti ai fenomeni meteorologici e al pubblico che li potrà letteralmente toccare).

Tra le collaborazioni, viene rinnovata quella con il Centro Territoriale “Giorgio Bisacco” e la Cooperativa Sociale “Piergiorgio Frassati” per la realizzazione di due mandala con performance elettroniche che precederanno i concerti del 22 novembre e 6 dicembre al Castello Cavour di Santena. Il primo mandala sarà anche in collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano per la parte delle musiche elettroniche che lo accompagneranno, così come il Conservatorio interverrà per la selezione dei compositori la mattina del 22 novembre al Castello di Rivoli dove si sta avviando una interessante collaborazione con il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea. Confermate anche le collaborazioni con Borgo Medievale e Città di Torino, Fondazione Cavour, Conservatorio Ghedini di Cuneo, Associazione Anfossi di Genova, EstOvest Festival, a cui si aggiunge quest’anno, oltre ai Castelli di Rivoli e Santena, la collaborazione con gli Amici della Musica di Busca per il concerto-lezione del contrabbassita e improviser palermitano Lelio Giannetto all’Istituto Comprensivo di Saluzzo (11 novembre). Da sottolineare, a quest’ultimo proposito, la “due giorni no stop” del 10 e 11 novembre tra Cuneo e Saluzzo con due eventi ogni giorno che mantengono integralmente quelli inizialmente programmati per il 12 e 13 ottobre.

Oltre 20 prime esecuzioni assolute sono mantenute, di cui circa la metà con compositori emergenti per sostenere le nuove forze creative. 3 concerti sono improntati, oltre che sul Soundwatching, sul rapporto creat(t)ivo tra musiche del presente e musiche del passato (in particolare i concerti “À la memoire” [8 nov], “Parafrasi tra presente e passato” [15 nov], “Leonardo Leo reloaded” [6 dic]). Le musiche elettroniche per la giornata del 22 novembre ai Castelli di Rivoli e di Santena hanno riferimenti imprescindibili alla situazione acustica dei giorni del lockdown e intendono essere motivo di riflessione, in termini di performance musicale e più in genere di esperienza di ascolto, sul periodo del lockdown. Tutti gli artisti invitati sono di rilievo internazionale e in sala saranno presenti non solo il pubblico (distanziato e, si suppone, “mascherato”) e gli interpreti, ma anche diversi compositori a cui sono state commissionate le nuove opere di Musiche in Mostra 2020.

                                           • ○ • ○ • ○ • ○ •

A breve sarà qui disponibile il link alle schede dei singoli concerti.

Seguono i sostenitori della rassegna e il calendario sintetico degli eventi man mano aggiornato. Buone passeggiate di ascolto, buone Musiche in Mostra, buon “Soundwatching”!

Musiche in Mostra 2020
è realizzata con il sostegno di

Maggior sostenitore

Premi e riconoscimenti

Eventi in rassegna