...because open source matters

Treni persi - Testi

Print
Article Index
Treni persi
Testi
Autori e interpreti
Recensioni

I testi di Sandro Cappelletto

1° treno

Voce registrata (annuncio interno al treno)

Our Eurostar train is now arriving in the station / of Florence. Next stop Florence. / We are running twentyfive minutes late. / We apologize.

Canto

You apologize, ma in ritardo siamo noi! / E non mi prende il cell! Non c'è campo, / gallerie, gallerie!

Non mi aspetterà, maniaco com'è. / La coincidenza per la montagna / lui non la perde, mai! / Proprio oggi che la macchina è rotta. / Questa mania del week-end! Non dovevo partire.

Voce registrata (da interno treno, in assolvenza)

… nella carrozza numero cinque è disponibile / un servizio di caffetteria, bevande calde e fredde, / snack e brioches, primi piatti, ananas e dolci… / In the coach number five is now available / a refreshing service… snack, drinks, cakes, cookies, / dessert, paté, brulé à l'orange, flambé, consumé, sbrodegòn à toutalheure…

Voce vecchio ferroviere

Mio padre faceva il sarto e cuciva anche molte divise per ferrovieri. / La chiamava la stoffa del potere. Ogni bambino sogna / di diventare Capostazione. / Sulla linea Cuneo-Ventimiglia, all'altezza della stazione di Tenda, / in alto a destra, sporgendosi appena / si può vedere un tratto dell'elicoidale di Cagnolina. / I viaggiatori le chiamano le lumache, / la ferrovia fa le lumache, dicono. / Il viadotto ha dodici archi, otto di quindici metri, / uno di venti, tre di dodici. / Il giro elicoidale è di millecinquecentoventidue metri: / un capolavoro.

2° treno

Canto (tra desiderio e amarezza)

…Sì viaggiare, evitando le buche più dure... / E poi nelle tue braccia cadere, ma tu / vorrai sciare, farà freddo amore, / e poi, fra due ore… / Il tempo di un dessert, / Any snack, madame? Un brulé? / Prendi il treno, che ci vuole, arrivi, cambiamo, / altre due ore e siamo lì... amore. / Amori ferroviari, boicottati dagli orari.

Voce vecchio ferroviere

Dopo la galleria di Saint Roch, / la linea, non ancora elettrificata, e credo non lo sarà mai, / percorre il viadotto di Saorge. / E' il punto più stretto della valle, / ridotta ad una gola strettissima, / sessanta metri sotto la ferrovia. / L'unica luce è quella delle acque bianche del torrente, / è come se fossimo sopra un ponte. / Lo dico a tutti, quando prendono servizio: / non è quello il momento più adatto per controllare i biglietti.

Voce registrata (da altoparlante stazione)

Treno regionale speciale sciistico per Monte Amiata, / tariffa railway-ski-pass-super-G-week-end-and-go, / atteso alle ore 11 e 45, arriverà e partirà dal binario / 9 anziché 12. Più tardi. / We apologize.

3° treno

Canto

Apologia dell'apologize / sono stufa in extra-size! / No grazie non gradisco un altro / drink piuttosto qui fa un freddo boia. / Mi guarda, scusi, l'air conditioning? / Nemmeno lo snack. Come dice, un guasto sulla linea? / Imprecisato, ritardo imprecisato? / Non ci crederà. Che cretina a partire. / Attenta a non perderlo, mi fa, / ma magari l'avessi perso. / Oddio, il carica-batteria: / dimenticato nel bagno. / Penserà che non voglio rispondere. / Non era un guasto? Ripartiamo?

Voce registrata (invitante)

Compra la Intercity card e risparmia. / Straordinaria occasione / per i frequent-railway-travellers / più viaggi meno spendi. / E' il sabato del viaggiatore. / Accumula punti, vincerai chilometri.

Canto

Ripartiamo davvero? / Ma in avanti o più indietro? / Era un sabato speciale? / L'offerta eccezionale? / Amore non mi voler male, / che fatica viaggiare per te.

Voce vecchio ferroviere

Passata la vecchia frontiera – ancora si vede il ponte / tirato giù dalle bombe – comincia la discesa verso valle, / ma per un treno scendere non è più facile che salire. I freni, / bisogna controllarli ogni volta; i viaggiatori si preoccupano del riscaldamento, / dei bagni, ai freni non ci pensano. Non ci devono pensare loro, / ci dobbiamo pensare noi, il biglietto da visita dell'azienda. / All'altezza di Precipus, voltandosi indietro, in fretta perché poi inizia la galleria, / una di quelle con imbocco storto per seguire la curva della montagna,/ voltandosi verso monte, dicevo, si possono ancora vedere gli ulivi più alti d'Europa. / A primavera capita che qualcuno sia ancora sotto la neve, / e mezz'ora dopo, guardando in giù, vedi già qualche turista che fa il bagno. / Venti chilometri da Ventimiglia, abbiamo passato la vecchia frontiera / per l'ultima volta. La galleria di Fromentino / è a doppio binario per accogliere l'ex binario di precedenza, / siamo a trecentodue metri sul livello del mare, è lunga / seicentoquarantaquattro, vi transitano undici coppie di treni al giorno... / ben poca cosa rispetto ai milleduecentotrenta treni / che ogni giorno percorrono i millesettecentosessantacinque chilometri / di binari del Piemonte.




 

Rive-Gauche Concerti
Strada degli Alberoni 12/22, 10133 Torino - Tel. e fax +39.011.6614170
Copyright © 2017 Rive-Gauche Concerti