Legenda sintetica - Schedone

 

Che cos'è lo Schedone?

Lo Schedone è un ipertesto che costituisce
a) una sintesi della teoria delle sonorizzazioni museali da noi elaborata e, insieme,
b) uno strumento di rilevazione di informazioni utili al fine di censire lo stato delle sonorizzazioni museali e di pervenire a un eventuale progetto operativo di sonorizzazione specificamente mirato.
 

La teoria

La teoria delle sonorizzazioni che noi proponiamo e che ha orientato la struttura di questo ipertesto assume come presupposto il principio secondo cui «l’intervento della musica non può essere concepito come un semplice arredo, ma significa una rivisitazione complessiva della drammaturgia della visita e del percorso all’interno dello spazio museale» al fine di favorire una adeguata contestualizzazione di ogni specifico repertorio museale o di parti di esso in uno scenario ambientale capace di valorizzarne a pieno le potenzialità di comunicazione culturale. «In un periodo in cui la musica viene generalmente consumata come sottofondo, noi proponiamo invece di considerarla come un elemento rilevante dell'allestimento e come una ‘risorsa’ suscettibile di accrescere l'offerta culturale complessiva di quello spazio.» (continua...)


Come funziona lo Schedone?

Lo Schedone è articolato in 26 percorsi ipertestuali, da seguire uno a uno, divisi in 4 gruppi:
A. Carta di identità (informazioni generali sul museo),
B. Contenuti e obiettivi (materiali e criteri espositivi),
C. Spazi, tecnologie, organizzazione (caratteristiche architettoniche degli spazi),
D. Suono (“paesaggio sonoro” e sonorizzazioni passate o in atto con ipotesi per il futuro).
Ai destinatari si chiede di seguire per ciascuna voce l’intero percorso scegliendo ad ogni passaggio la definizione che si ritiene più rappresentativa della realtà museale che si sta descrivendo. Al termine di ogni percorso è richiesto di compilare il relativo modulo da inviare tramite collegamento a internet (pulsante “Invia”). (continua...)


A cosa serve lo Schedone?

Lo Schedone serve a raccogliere in primo luogo informazioni utili al fine di
a) censire lo stato delle sonorizzazioni museali e
b) pervenire a un eventuale progetto operativo di sonorizzazione specificamente mirato.
(continua...)